Archivio mensile Aprile 2019

DiRedazione

Manifestazione a Spezia

In trecento da Spezia per ricordare le vittime innocenti di mafia

Il 21 Marzo 2019 si è tenuta la 24esima giornata della Memoria e dell’impegno.

Antonelli: “Importante esserci anche qui”, Viale: “Ognuno di noi può e deve fare qualcosa”.

MANIFESTAZIONE DI LIBERA A SESTRI LEVANTE

Questa mattina si è tenuta la 24esima giornata della Memoria e dell’impegno. Antonelli: “Importante esserci anche qui”, Viale: “Ognuno di noi può e deve fare qualcosa”.

La Spezia – “Dalla provincia della Spezia è arrivata una bella delegazione, oltre trecento persone che si sono mobilitate per partecipare a questo appuntamento che l’anno scorso ci aveva visti impegnati a Sarzana”. Così a CdS Marco Antonelli, referente provinciale di Libera, al termine della lettura dei 1011 nomi delle vittime innocenti di mafia, uno dei momenti più intensi della ventiquattresima Giornata della memoria e dell’impegno promossa oggi in tutta Italia dalla rete di Don Ciotti e da Avviso Pubblico. In Liguria la manifestazione principale si è tenuta quest’anno a Sestri Levante, scelta non casuale visto che due anni fa il comune della vicina Lavagna era stato sciolto per mafia. “E’ importante – ha aggiunto Antonelli – andare anche in questi contesti vicino a noi dove abbiamo capito che le mafie sono presenti con i loro soggetti anche nei piccoli comuni. Anche qui nel Tigullio, i cui esponenti mafiosi da decenni sono in collegamento stretto con elementi di spicco della criminalità organizzata spezzina”. 

La delegazione della nostra provincia si è riunita sotto le sigle di Libera, della sarzanese L’égalité, dello Spi Cgil e ovviamente degli istituti scolastici: il Parentucelli Arzelà, il Cappellini-Sauro, il Cardarelli-Costa e il Ciofs, con gli studenti che hanno preso parte al corteo partito da piazza della Repubblica e arrivato fino in piazza Matteotti dove si è tenuta la lettura dei nomi. 

Siamo contenti di condividere con voi questa giornata – ha detto in apertura il referente ligure di Libera Stefano Busi – e ci teniamo a ricordare anche due persone delle quali da mesi o da anni non si hanno notizie: padre Paolo Dall’Oglio e Silvia Romano. Questa momento è anche per loro”.

Poi il lungo elenco, iniziato con i primi nomi letti dal Prefetto di Genova Fiamma Spena e chiuso dal procuratore capo Michele di Lecce, dopo amministratori, cittadini, ed esponenti della società civile.

In rappresentanza della Regione Liguria, come già avvenuto il 21 marzo dell’anno scorso a Sarzana, è intervenuta l’assessore Sonia Viale: “Ognuno di noi può e deve fare qualcosa per difendere la legalità – ha commentato a margine – contrastando la corruzione o il malcostume. Non bisogna mai abbassare la guardia. Ci sono ormai evidenze della presenza di organizzazioni mafiose anche in Liguria – ha aggiunto la vicepresidente Viale – e per questo è fondamentale il coinvolgimento delle giovani generazioni per creare gli anticorpi di cui la nostra società ha bisogno per costruire un futuro migliore. Oggi è stata una giornata importante di testimonianza e impegno nella lotta alla criminalità organizzata, in memoria di tutte le vittime innocenti di mafia”. La mattinata si è poi chiusa con la lettura delle pagine finali del libro di Don Ciotti con un messaggio sull’uguaglianza e la solidarietà.

BENEDETTO MARCHESE

21/03/2019 14:32:46

sarzana@cittadellaspezia.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

DiRedazione

Iscrizioni 2019/20

Sono aperte le iscrizioni IeFP per l’anno formativo 2019-2020

La Formazione IeFP ha due indirizzi differenti a Genova ed a Spezia: a Genova ha l’indirizzo OPERATORE AMMINISTRATIVO SEGRETARIALE , mentre a Spezia si svolge l’ OPERATORE DELLA RISTORAZIONE

I Corsi si svolgono nella sede di

Corsi Iefp Genova Corsi Iefp La Spezia
DiRedazione

24 Maggio 2019

In tanti modi il nostro grazie

vi aspettiamo il 24 maggio!

MARIA AUSILIATRICE, LA “MADONNA DI DON BOSCO”


Il calendario salesiano delle solennità si avvicina ad una festa nella festa, quest’anno: la ricorrenza di Maria Ausiliatrice (o Aiuto dei Cristiani), così cara a don Bosco. I tradizionali appuntamenti del 24 maggio, una tra le più sentite ricorrenze religiose della città di Torino, saranno infatti vissuti nel segno del 150º Anniversario della Basilica di Maria Ausiliatrice che, nel 1868 fu inaugurata e consacrata ufficialmente da don Bosco come monumento di riconoscenza alla Vergine Maria, come «chiesa madre» e centro spirituale dell’opera salesiana nel mondo.

DiAdmin

24 Maggio 2019

Festa di Maria Ausiliatrice